venerdì, Settembre 17Rimani aggiornato su attualità, salute, economia, sport e tanto altro
Shadow

Mese: Maggio 2011

Cresce il partito della gente normale

Archivio
Forse i “moderati sono una cosa del genere dei fondamentalisti islamici: fanno, dichiarano, dicono, sono al centro del mondo (sui giornali) ma poi, al momento del dunque, sono una minoranza non rilevante. L’Italia non si divide infatti, a quanto risulta, semplicemente fra santanchisti e gente normale: questi ultimi, a quanto pare, sono la maggioranza. E finalmente. La gente normale, in Italia, ha sempre avuto etichette un po’ stralunate: comunisti, radicali, estremisti e chi più che ha più ne metta (io personalmente a sedici anni ero comunista perchè mi sembrava strano che i braccianti, giù da noi, dovessero dormire sui cannicci per terra). Ma era solo un modo di chiamare (un po’ perché les bourgeois si spaventavano, un po’ perché noi ci divertivamo molto a spaventarli) le cose che nel re...

Cosa succede se l’acqua va ai privati? Guardate questa bolletta – Foto e testimonianza

Archivio
Ci è arrivata questa testimonianza. Il caso di un cittadino che, con l’avvento dei privati, ha visto aumentare le tariffe dell’acqua di ben dieci volte. Un esempio significativo di ciò che può avvenire se non andiamo a votare il referendum del 12 giugno. Tra poco saremo chiamati ad esprimere il nostro voto sulla privatizzazione dell’acqua. Se ne dicono tante, che l’acqua comunque rimarrà pubblica, che l’ingresso dei privati migliorerà i servizi. Io mi permetto di rubarvi qualche minuto raccontandovi la storia di cui sono stato protagonista, allegandovi delle bollette per meglio illustrarla (ho nascosto i miei dati personali). Ho una residenza secondaria in Carnia in cui risiedo circa un mese all’anno, più precisamente nel comune di Ovaro. Fino al 2006 il gestore era il comune di Ovaro, pa...

Ferrara dà addosso a Berlusconi e Moratti in diretta tv – Video

Archivio
Che il vento stia cambiando lo si intuisce anche dalle prese di posizione acrobatiche di gente tipo Ferrara. “Il monologo di Berlusconi ha stufato gli italiani. Lo ha detto Giuliano Ferrara nel corso di ‘Porta a porta’, lamentando che il premier avrebbe trascurato la necessita’ di parlare con gli italiani, con il popolo. Quanto a Milano, “Berlusconi ha perso, e’ chiarissimo. C’e’ stata campagna elettorale sbagliata, cominciata con il caso Lassini e proseguita con la diffamazione della Moratti, non seguita da scuse, cosa gravissima per i milanesi

Parla il blogger più odiato da Grillo: Vi spiego il suo metodo

Archivio
Il comizio di Bologna rappresenta solo l’ultimo di una lunga serie di episodi che vedono scambiarsi post al napalm due autentiche rocce del web, Beppe Grillo e il blogger de L’Espresso Alessandro Gilioli. Quell’espressione (“Ti saluto, culattone) pronunciata dal palco dal comico genovese non è piaciuta a Gilioli che ha lanciato un appello ai militanti del Movimento 5 Stelle chiedendo loro di affrancarsi da quella che giudica una battuta omofoba. Discussioni, polemiche. Pronta la risposta di Grillo che sul suo blog paragona Gilioli a Feltri e Sallusti. Abbiamo cercato di capirne di più sentendo i protagonisti di questa polemica. Invieremo tre domande anche a Beppe Grillo. Il blogger Alessandro Gilioli Gilioli, hai fatto arrabbiare Grillo tanto da essere considerato nel suo ultimo p...

Brunetta posteggia la Maserati nello spazio riservato ai disabili – Foto

Archivio
Ci arrivano via mail queste due foto. Oggi a Trapani, davanti alla Camera di Commercio. Brunetta (che si scorge nella prima foto) parcheggia la Maserati negli spazi riservati ai disabili. Sono visibili il cartello e (nella seconda foto) lo scivolo per i disabili. Ad attenderlo, oltre ai giornalisti, gli agenti di polizia che protestano mostrando delle sagome di cartone.

Il mistero del furgone giallo parcheggiato davanti ai manifesti di Pisapia – Foto

Archivio
Ci segnalano che da oltre 24 ore questo furgone giallo è parcheggiato sul marciapiede (ripetiamo: sul marciapiede), in Largo Marinai d’Italia a Milano. Nonostante diverse chiamate ai vigili urbani rimane là, sul marciapiede. Nessuno interviene per rimuoverlo. Il furgone e parcheggiato (casualmente?) in corrispondenza dei manifesti di Pisapia affissi regolarmente nello spazio comunale, come a volerli occultare per impedirne la visibilità. Tutti gli altri manifesti (Lega e Pdl invece rimangono visibili). Abbiamo coperto il numero di targa ma siamo disponibili a fornirlo alle autorità preposte a a garantire il regolare svolgimento della campagna elettorale.

Noi non pagheremo la multa di Minzolini – firma la petizione!

Archivio
IL TESTO DELLA PETIZIONE CHE INVIEREMO AL DIRETTORE GENERALE E AL PRESIDENTE DELLA RAI L’invasione di Berlusconi in tv di venerdì 20 maggio costa cara al servizio pubblico. Pesanti le sanzioni inflitte ai telegiornali interessati dall’Agcom, l’Autorità garante delle telecomunicazioni: oltre 250 mila euro di multa al TG1. Chiediamo che questa multa non gravi, ancora una volta sulle tasche dei cittadini ma su quelle di Minzolini, artefice di questa scelta scellerata. Nome: Indirizzo e-mail: Città: Non voglio che il mio nome venga pubblicato sul sito: xxxxxxxx, milano Paola, Roma Mattia, tricase xxxxxxxx, fornovo taro (pr) xxxxxxxx, catania Federica Nobilio, Albano Laziale annamaria Ferrazzi, milano Alessandra Chiappero, Torino attilio, ancona Mara, Treviso Luigi, Napoli Car...