domenica, Dicembre 5Rimani aggiornato su attualità, salute, economia, sport e tanto altro
Shadow

Mese: Luglio 2011

Esclusivo/ Vini marca Hitler – manganelli e gadget nazisti nei negozi di Rimini – Video

Archivio
E mentre in tutta Europa sono sotto accusa le ideologie violente come il nazismo ecco arrivano alcune immagini dei gadget nazisti venduti nei negozi di Rimini. Sabato pomeriggio. Siamo in Viale Regina Elena, strada frequentatissima dai turisti, e i prodotti con Mussolini, Hitler, croci celtiche, svastiche e fasci littori sono innumerevoli: magliette, portachiavi, accendini, tazze, portafogli, grembiuli, quadretti, bottiglie di vino e perfino manganelli. Una vergogna senza fine. Il videoreportage (esclusivo) è stato realizzato dal blogger Nicolo Mingozzi che ce l’ha segnalato. E DOPO LE DENUNCE QUALCOSA SI MUOVE

Il grido disperato di Giulia: Hanno assassinato mio marito – precario della Casta

Archivio
Oggi piange, sotto le lenzuola di quel letto da cui non si alza mai. Sta tutto il giorno in camera, le persiane eternamente abbassate, sperando che i suoi figli non lo vedano, non si accorgano di ciò che è diventato: un cadavere vivente. In quella stanza, Leonida Maria Tucci ripercorre ogni giorno la via crucis della sua vita che si proietta come un film nell’oscurità di quella tomba. Il film inizia sempre da quella mattina in cui, è il 1994, Leonida mette piede per la prima volta nel Palazzo. E’ ancora un ragazzo pieno di aspettative, in procinto di sposare Giulia, la donna che ama, la stessa che oggi denuncia tutto, pubblicando sulla rete la storia di Leonida: “All’epoca gli affidano il compito di addetto stampa; non sa neanche cosa sia un’agenzia di stampa. Ma, ben presto, comincia ad i...

Video shock inedito – pestaggio di un manifestante – ecco le immagini

Archivio
In un video inedito vengono raccontate le immagini che mancavano della giornata del 3 luglio alla Maddalena no tav di Chiomonte. Siamo sul fronte Ramats dietro il museo archeologico della Maddalena di Chiomonte e il prato inquadrato è l’area archeologica vera e propria dove erano custodite due tombe del neolitico. In un primo tempo si vedono i manifestanti fermati che vengono brutalmente pestati a freddo dagli agenti che lontani dai luoghi di contatto con i manifestanti si sfogano con bastoni calci e manganelli. In un secondo tempo si vedono gli agenti raccogliere delle pietre a terra per poi lanciarle verso i manifestanti. In un terzo tempo ancora si vede una ruspa cingolata ed un camion idrante che impunemente passano sulle tombe preistoriche e vengono dirette verso i manifestanti nel bo...

Brunetta show in piazza – contestato insulta il pubblico: Cretini – Cretini! – Video

Archivio
“Voi non lavorate cretini, poveretti e disgraziati. Brunetta a Viterbo, intervistato in piazza dal direttore de “Il Tempo, Mario Sechi. I cittadini lo contestano e lui ci ricasca (come aveva già fatto coi precari) offendendo il pubblico: “Voi non lavorate poveretti, cretini, andate avanti così. E poi insiste: “Black Bloc! No Tav! Eppure a sentire Tremonti il cretino è un altro: cioè lui. Guarda il video ai minuti da 3′ 14 e da 6′ 30 ECCO IL VIDEO INTEGRALE (DURATA 9 MINUTI) ED ECCO IL VIDEO RIDOTTO (DURATA 3 MINUTI)

Proposta shock di Magdi Allam: I No Tav sono i nuovi terroristi – mettiamoli fuori legge

Archivio
Dopo un lungo periodo di silenzio Magdi Cristiano Allam lancia una nuova crociata contro quelli che definisce i “nuovi terroristi. Con una proposta shock (consegnata al Giornale di Sallusti) rivolta a governo e opposizione: mettere fuori legge i No Tav e i centri sociali. “Lancio un appello all’unità nazionale per mettere fuorilegge i nuovi terroristi – scrive l’europarlmentare dell’Udc – che alla stregua della criminalità organizzata attaccano per uccidere le forze dell’ordine, distruggono il patrimonio pubblico, mirano a sovvertire l’ordinamento dello Stato disconoscendo la legittimità delle scelte del Parlamento e del governo eletti democraticamente. Che si chiamino «Militanti No-Tav», «Black bloc», «Centri sociali» o «Antinationalist Front No-Tav», dal momento che le loro azioni sono...

Fuori onda – Brunetta parla Tremonti lo distrugge: E’ proprio un cretino – Guarda Video

Archivio
Giulio Tremonti sta presentando alla stampa la manovra economica appena firmata dal presidente della Repubblica. Al suo fianco, vari colleghi del governo. Tutti seduti allo stesso tavolo. Quando tocca al responsabile della Funzione pubblica, Renato Brunetta, illustrare i correttivi alla spesa del pubblico impiego, Tremonti sembra subito spazientirsi. E, rivolgendosi prima al ragionere generale dello Stato Mario Canzio, poi al capo di gabinetto del suo ministero Vincenzo Fortunato, quindi al ministro del Welfare Maurizio Sacconi, commenta: “E’ proprio un cretino, “questo è il tipico intervento suicida. Sussurri taglienti, con una nota di divertita perfidia. I suoi interlocutori non lo contraddicono. Anzi. Intanto allo stesso tavolo, a pochi centimetri di distanza, Brunetta continua a parlar...

Piazza Pulita – a settembre tutti in piazza – l’appello – i primi firmatari

Archivio
Due giorni in piazza per dire basta ai privilegi della Casta, alla corruzione, al malaffare, ai condannati in Parlamento. Per dire che non vogliamo che a pagare i costi della crisi e del fallimento economico del governo siano i giovani e le famiglie mentre la classe politica si guarda bene dall’intervenire sugli enormi costi della politica. Da Marco Travaglio a Dario Fo, da Antonio Tabucchi a Margherita Hack a Flores D’Arcais la parte migliore del nostro Paese si mobilita e lancia un appello: torniamo in piazza a Roma il 10-11 settembre. La due giorni di Roma sarà preceduta, nelle settimane precedenti, da manifestazioni provinciali. L’APPELLO Siamo stufi di vivere quotidianamente i soprusi della Casta che pensa soltanto a conservare potere e privilegi. Siamo stufi di chi ci governa, che fa...

E’ stato l’Islam – anzi no – Il Giornale va in edicola con due copertine diverse – Ecco le foto

Archivio
Stavolta, la furia islamofoba, Il Giornale l’ha pagata cara. Costretto a rifare la copertina e gli articoli interni che, inizialmente, attribuivano le responsabilità dell’attentato in Norvegia al solito Islam. Ed oggi, a seconda delle zone di distribuzione, il Giornale si presenta con due prime pagine diverse. La prima (ossia l’ultima versione) in cui Sallusti, dopo essersi accorto che il responsabile della strage è un norvegese estremista di destra, apre con un titolo generico: “Attacco sanguinoso. Strage in Norvegia Ecco invece la versione originaria che identifica nel terrorismo islamico la matrice degli attentati. “Sono sempre loro ci attaccano. A sostegno di questa tesi, sulla sinistra, un editoriale dell’equilibratissima (si fa per dire) Fiamma Nirenstein: “La guerra dell’Isla...

Strage in Norvegia – Feltri shock: Quei giovani sull’isola incapaci ed egoisti – Foto

Archivio
E mentre ancora si piangono i morti parte il delirio senza fine che lascia sgomenti. Come abbiamo visto, nei giorni scorsi, quelli de “Il Giornale hanno provato ad attribuire la responsabilità degli attentati di Oslo all’Islam: hanno addirittura mandato in edicola due prime pagine diverse. Poi sono stati smentiti dai fatti ma essendo l’attentatore un norvegese, cristiano e di destra, Sallusti e Feltri sono andati in tilt. Non è possibile colpevolizzare un tizio con questi requisiti. Deve esserci sicuramente qualche altro modo per minimizzare il lucido e atroce gesto di Andres. A trovarlo è Feltri con l’editoriale di oggi: “Quei giovani incapaci di reagire. La tesi è semplice quanto vigliacca. Come è possibile, si chiede Feltri, che i 500 giovani presenti sull’isola di Utoya non siano rius...

La denuncia shock di uno studente: Io torturato nel cantiere della Tav – Video

Archivio
Riportiamo la testimonianza di Fabiano Di Bernardino, studente bolognese ricoverato presso il reparto di Traumatologia dell’ospedale CTO di Torino, che denuncia di aver subito violenze da alcuni esponenti delle forze dell’ordine all’interno del cantiere della Maddalena, dopo essere stato fermato durante la manifestazione No Tav del 3 luglio 2011 in Val di Susa. Ovviamente i violenti vanno isolati, da qualsiasi parte stiano e per questo crediamo che la testimonianza di questo studente, vista la sua gravità, vada approfondita e verificata dalle autorità competenti.